1 marzo, elezioni suppletive a Roma

Elezioni suppletive collegio camera Roma Trionfale. Deputato uscente Paolo Gentiloni (PD), nominato commissario Europeo. Candidati: Gualtieri (PD e altri), Maurizio Leo (cdx), Rossella Rendina (5 stelle), Marco Rizzo (Partito comunista), Lo Muzio Lezza (Volt) Elisabetta Canitano (PaP) Mario Adinolfi (popolo della famiglia) E’ a nostro parere il metodo più democratico…

Continue reading

Casellati al Senato, Fico alla Camera, Gentiloni dimissionario

Con una magistrale azione tattica Salvini è riuscito a tempo di record a trovare la quadra per le presidenze in un Parlamento senza maggioranza politica, a prezzo di una nottata insonne. Ha rischiato di far saltare la sua coalizione ma è riuscito a salvare capre e cavoli. Risultato: alla IV…

Continue reading

Verso il 4 marzo: Renzi vs Bagnai, Padoan vs Borghi

Questo Rosatellum è abbastanza avaro del sale della competizione tipico dell’uninominale: i duelli dentro o fuori, i big che si scontrano tra loro sapendo che solo uno arriverà in Parlamento. Anche i confronti interessanti sono pochi, vediamone alcuni partendo dalla regione che è stata centrale per gran parte di questa…

Continue reading

Verso il 4 marzo: Torino incertissima

Torino era una volta storica roccaforte rossa, comunista, sia per il voto delle elezioni locali, sia per quelli nazionali. Poche le eccezioni: tra queste Mirafiori nord nel 1994, quando il forzista Meluzzi sconfisse il comunista Chiamparino alla Camera. Il fatto stesso che tutti i collegi in cui è divisa la…

Continue reading

Al voto, al voto! (Finalmente)

Con la giornata odierna termina l’esistenza della peggiore legislatura repubblicana, la #17. Il Capo dello Stato, sentiti ai sensi dell’art.88 Cost. i presidenti delle Camere (nonché leader di Liberi e Uguali), ha promulgato il decreto di scioglimento delle Camere. Ha inoltre firmato i due dpr per la definizione dei collegi…

Continue reading

Quando manca il buonsenso (l’ideologia al potere)

Dopo la Legge di Stabilità si sapeva ci sarebbero stati pochi giorni ancora di lavoro e poi fine dei giochi. In questi casi, buonsenso vorrebbe si proceda con le leggi che hanno più probabilità di passare, lasciando cadere le altre. Invece cosa fanno? Mettono in calendario il controverso cosiddetto “Ius…

Continue reading